Crea sito

12′ Tavoletta [B] “Le quattro Regioni”

Sinossi della 12′ Tavoletta  del Libro Perduto di Enki
[B] “Le quattro Regioni”

Questo è ora il racconto del viaggio di Anu alle terre al di là degli oceani,
e di come nella Prima Regione vennero nuovamente costruite città per gli Anunnaki.

I Grandi Anunnaki, che decretano i fati, si scambiarono consigli a proposito delle terre.
I Grandi Anunnaki decisero di creare regioni civilizzate, ove trasmettere le loro conoscenze all’Umanità.
Di creare Città dell’Uomo,
di creare nei sacri recinti dimore per gli Anunnaki.
Di instaurare sulla Terra un diritto sovrano come su Nibiru, di affidare corona e scettro a un uomo prescelto.
Di portare attraverso di lui la parola degli Anunnaki alla gente, per introdurre il lavoro e perfezionare le abilità.
Di creare il sacerdozio nei recinti sacri, per servire e venerare gli Anunnaki come signori supremi.
Di insegnare la conoscenza segreta, per portare la civiltà agli esseri umani.
Gli Anunnaki decisero di creare quattro regioni, tre per l’Umanità e una sacra.
La prima regione, nell’antico Eden, affinché vi regnassero Enlil e i suoi discendenti.
La seconda regione, nella Terra dei Due Canali, affinché vi regnassero Enki e i suoi discendenti.
La terza regione, ben separata dalle altre due, in un territorio lontano affinché fosse concessa a Inanna.
La quarta regione, sacra e riservata ai soli Anunnaki, sarebbe stata la penisola del Luogo dei Carri.

Avendo preso la decisione sulle quattro regioni e sulle civiltà del Genere Umano,
Anu chiese notizia di Marduk, suo nipote. Devo rivederlo! Così Anu disse ai capi.
Io stesso sono stato causa dell’ira di Marduk, per aver invitato Dumuzi e Ningishzidda a visitare Nibiru! Così Anu rifletteva; desiderava riprendere in esame la punizione inflitta a Marduk. Quando ti recherai alle terre al di là degli oceani, a Marduk sarà concesso di venirti a incontrare! La Regione ove Marduk si trova è in quella parte della Terra! Così riferì Enlil ad Anu.

Prima che la coppia regale si recasse nelle terre lontane, Anu e Antu visitarono l’Eden e le sue terre.
Visitarono Eridu e Nibru–ki, videro dove erano progettate le città della prima regione.
A Eridu Enlil si lamentò di Enki: Enki tiene segrete le formule dei ME! Anu, assiso sul trono d’onore, parole di elogio rivolse a Enki: Mio figlio ha costruito per sé una magnifica dimora, si eleva maestosa su di una piattaforma. Enki trasmetterà grandi conoscenze a coloro che vivono nelle vicinanze della Casa e che lì servono: ma che ora la conoscenza, tenuta segreta nei ME, sia condivisa con altri Anunnaki! Imbarazzato era Enki; ad Anu promise di condividere con tutti le formule divine.

Nei giorni seguenti, viaggiando a bordo di navicelle spaziali, Anu e Antu ispezionarono le altre regioni.
Poi, il diciassettesimo giorno, la coppia reale fece ritorno a Unug–ki, per avere un’altra notte di riposo.
Al mattino, quando i giovani Anunnaki si presentarono al cospetto di Anu e Antu per ricevere la benedizione, Anu della pronipote Inanna si invaghì, la attirò a sé, la abbracciò e la baciò. Ascoltate tutti le mie parole! Così annunciò all’assemblea: Dopo che lo avremo lasciato, questo luogo andrà in dote a Inanna. Che la nave celeste, a bordo della quale abbiamo ispezionato la Terra, sia il mio regalo a Inanna! Piena di gioia, Inanna iniziò a cantare e a danzare, le sue lodi di Anu come inni, nei tempi a venire, furono cantate.
Poi, accomiatandosi dagli Anunnaki, Anu e Antu partirono alla volta delle terre al di là degli oceani.
Enlil ed Enki, Ninurta e Ishkur, insieme a loro alla terra dell’oro si recarono.
Per impressionare il re Anu, con la grande abbondanza di oro, Ninurta costruì una dimora per Anu e Antu. I suoi blocchi di pietra, squadrati alla perfezione, all’interno erano rivestiti di oro puro. Una zona recintata d oro, adornata con fiori incisi nelle pietre di corniola, attendeva la coppia reale! La dimora fu costruita sulle rive del grande lago di montagna.

Ai visitatori fu mostrato come venivano raccolte le pepite d oro.
Qui c’è oro a sufficienza per molti Shar! Così esclamò Anu compiaciuto.
Ninurta mostrò ad Anu e ad Antu, in un luogo lì vicino, un tumulo artificiale.
Ninurta spiegò loro che era stato adibito a luogo per fondere e raffinare i metalli.
Mostrò loro come dalle pietre si estraeva un nuovo metallo: Anak, fatto dagli Anunnaki, lo aveva chiamato.
Mostrò loro come, combinandolo con abbondante rame, aveva creato un metallo resistente.
Sul grande lago, dalle cui rive proveniva il metallo, Anu e Antu navigarono.
Anu lo chiamò il Lago di Anak; da allora in poi questo fu il suo nome.

Poi, dalle terre dal nord, le terre dove vengono cacciate le bestie dalle grandi corna, Marduk giunse al cospetto di Enki, suo padre, e di Antu, suo nonno; Nabu, suo figlio, era con lui.
Quando Enki chiese di Sarpanit, Marduk, affranto, raccontò loro della sua morte.
Ora Nabu è rimasto con me da solo! Così disse Marduk al padre e al nonno.
Anu strinse Marduk forte al petto: sei già stato punito a sufficienza! Così gli disse.
Con la mano destra posata sul capo di Marduk, Anu lo benedisse e lo perdonò.

Dal luogo dell’oro, in cima alle montagne, tutti coloro che si erano riuniti scesero verso la pianura.
Lì, Ninurta un nuovo luogo per i carri aveva approntato, che si estendeva fino all’orizzonte.
Il Carro Celeste di Anu e Antu era lì pronto, traboccava di oro fino all’orlo.
Quando giunse il momento della partenza, Anu rivolse ai propri figli parole di addio, colme di saggezza:
Qualunque sia il Destino della Terra e dei Terrestri, non opponetevi!
Se l’Uomo e non gli Anunnaki è destinato a ereditare la Terra, diamo allora una mano al Destino.
Trasmettete la conoscenza agli uomini, svelate loro, ma solo in parte, i segreti dei cieli e della Terra.
Insegnate loro le leggi della giustizia e della rettitudine, poi andatevene!
Queste istruzioni furono paternamente impartite da Anu ai suoi figli.
Ancora una volta si strinsero, si abbracciarono e si baciarono; dal nuovo luogo dei carri Anu e Antu partirono alla volta di Nibiru.

CONTINUA ==> Sinossi della 12′ Tavoletta  del Libro Perduto di Enki [C] “La Prima Regione”

==> LIBRO PERDUTO DI ENKI

6 Risposte a “12′ Tavoletta [B] “Le quattro Regioni””

  1. I loved as much as you will receive carried out right here.

    The sketch is attractive, your authored subject matter stylish.
    nonetheless, you command get got an shakiness over that you wish be delivering the following.
    unwell unquestionably come more formerly again since exactly the same nearly a lot often inside case you
    shield this increase.

  2. I simply want to say I’m newbie to blogging and siilub-teding and definitely loved your web site. Probably I’m planning to bookmark your website . You definitely have really good writings. Thanks a lot for sharing your website page.

  3. Do you mind if I quote a few of your posts as long as I provide credit and
    sources back to your website? My website is in the exact same area of
    interest as yours and my visitors would definitely benefit from some of the information you provide here.
    Please let me know if this ok with you. Regards!

      1. lois lane comes 2 to clark in the comic book go and by one dumb ashes chloe who before smlalville she did not have a name and before smallville is over she will be dead i pray and this is a fricken old interview dumb dumbs.

    1. I´m a new writer i almost finish a novel thinking in young people of my comunity in Monterrey Mexico.Can i have an agent in US if a write in spanish?or have i to think in Sp?Taaihnnks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.