Crea sito

5 Storie Bibliche rubate dalla Mitologia Greca

5 Storie Bibliche rubate dalla Mitologia Greca

5 STORIE BIBLICHE RUBATE DALLA MITOLOGIA GRECA
Più o meno ogni storia è una truffa basata su qualcos’altro. Anche la Bibbia.
Script normale = Bibbia.
Script grassetto = mitologia greca.

La creazione5 STORIE BIBLICHE RUBATE DALLA MITOLOGIA GRECA

Non c’era assolutamente nessun mondo o niente, tranne Dio. Un giorno egli si annoiò e decise di creare tutto.
Non c’era niente, si chiamava Chaos. Un giorno, tutto è nato per qualche motivo.
Dio ha creato la luce. Ha chiamato “giorno” la luce, e oscurità la “notte” e ha separato il giorno dalle tenebre.
Il caos ha dato la luce e le tenebre alla terra per separare i giorni.
Dio creò Adamo ed Eva come i primi a popolare il mondo.
Il caos ha creato la dea dell’amore e il dio del sesso Eros.

L’inizio

Le prime persone vivevano in un mondo perfetto, senza dolore e senza tristezza.
Questo posto fu chiamato il Giardino dell’Eden.
Le prime persone vivevano in un mondo perfetto, senza dolore e senza tristezza. 
Questo è stato chiamato “The Golden Age”.
Il Giardino dell’Eden era abitato da Adamo ed Eva. Dio aveva solo una regola, che non prendessero il frutto di un albero in particolare. (secondo la psicologia umana, questa regola sembra come se fosse una farsa o una trappola).
Eva, essendo la più debole tra i due, ha preso il frutto e, di conseguenza, il resto del mondo ha “ereditato” malattie e disgrazie.
(Le storie differiscono leggermente qui)
La prima donna greca fu creata come punizione. L’età dell’oro era composta inizialmente solo da uomini, finché un giorno un titano di nome Prometeo ingannò gli dei offrendoli delle ossa coperte di carne come cibo. Gli dei, così offesi inventarono una punizione tormentosa, il suo nome era Pandora. Gli hanno dato una scatola e l’hanna avvertita di non aprirla, ma essendo debole di mente (poiché era solo una donna), l’ha aperta e rilasciato quindi tutte le malattie e i mali del mondo.
Il punto di queste storie: le donne sono da biasimare per tutte le sofferenze umane

nel mondo fino ad oggi. Grazie, signore.5 Storie Bibliche rubate dalla Mitologia Greca

La “pulizia”

Nella Bibbia si dice che gli uomini erano diventati corrotti e l’unica scelta di Dio era di scegliere un uomo per continuare la vita, e condannò tutti gli altri a un’alluvione che li avrebbe fatti annegare.

Tuttavia, si sentiva molto male per questo.

Dio scelse un solo uomo, Noè, e gli disse di costruire un’arca e portare sua moglie, i suoi tre figli e le sue mogli al sicuro.
Zeus si stancò di tutti e decise di ucciderli tutti con una gigantesca inondazione.
Il tormentato Prometeo sapeva dell’inondazione e disse a suo figlio Deucalion di costruire un’arca e mettere al sicuro sua moglie. Apparentemente Zeus non se ne accorse finché non fu troppo tardi e non gliene importava molto per qualche motivo.
Il punto di queste storie: il tuo Dio ti ucciderà.

Il successore

I saggi dissero che il Re degli Giudei sarebbe nato e avrebbe sfidato l’autorità e avrebbe cambiato le loro vite.
Prima di Zeus, Kronos era il re degli dei. Ha sentito che un giorno avrebbe avuto un figlio che lo avrebbe rovesciato.
Re Erode decise che l’unico modo per assicurarsi che qualcuno potesse mai prendere il sopravvento era che i bambini fino a 2 anni a Betlemme sarebbero stati uccisi.
Cronos ha deciso di impedirlo inghiottendo tutti i suoi figli, dopo essere nati.
Dio disse a Giuseppe di prendere Gesù e fuggire, così solo i bambini non informati sarebbero morti.
Rea, la moglie di Cronos, nascose uno dei bambini, che naturalmente era Zeus che avrebbe poi ucciso Cronos per prendere il controllo, il che significa che Cronos inghiottì tutti quei bambini per niente.
Il punto di queste storie: molti bambini innocenti sono morti per niente?

Gesù e Dionisio

5 STORIE BIBLICHE RUBATE DALLA MITOLOGIA GRECA
Il biblico “Gesù” e “Dioniso“, il dio del vino” della mitologia greca, erano entrambi nati da una madre vergine e da un padre immortale. Hanno creato un rituale per onorare gli uomini che comprendono mangiare e bere elementi simbolici come la loro carne e sangue.
Entrambi morirono e furono resuscitati tre giorni dopo. Vivono ancora. (Clicca qui per l’Articolo)
Il punto di queste storie: … C’è qualcosa nella Bibbia originale?

BIBBIA: Copiata e Riveduta

BIBBIA: Copiata e Riveduta

Il Cristianesimo conta  il 17,7% della popolazione mondiale, e come tutti sanno la Bibbia è la fonte della conoscenza di Dio. Forse tu sei uno di quelli che costituisce il 32% della suddetta popolazione, che non loda o disprezza, ma semplicemente rispetta la cosiddetta Bibbia; e sicuramente, pensi che questi “libro sacro” sia “l’originale” e “ispirato da Dio”, una morale e persino un esempio da seguire!

La verità è che le sacre scritture sono un plagio di testi più antichi di quelli cristiani chiamati culti barbarici.

Scritti zoroastriani dieci secoli prima della creazione della Bibbia, hanno parlato di come Ormuz abbia creato il mondo e i primi due esseri umani in sei giorni e si sia riposato il settimo. I nomi di questi due esseri umani erano Adama ed Evah.

 

L’epopea di Gilgamesh parla di come viene creato l’uomo, e che dopo avrebbe abitato in un paradiso, e di come verrà creata una donna che in seguito gli darà da mangiare un “frutto” per il quale sarà costretto a lasciare il paradiso. Tutto questo 1600 anni prima della realizzazione della prima Bibbia.

 

Un uomo viene avvertito di un’imminente inondazione da parte di un dio e viene incaricato di costruire una grande nave per sopravvivere. Le dimensioni della nave sono di 120 cubiti, i materiali di costruzione sono in legno, tono e canne. Dopo l’alluvione l’uomo manda una serie di uccelli per trovare terra asciutta, quindi la barca si arena sulla cima di una montagna. Infine tutte le persone e gli animali possono andare via liberi dopo il sacrificio al dio che lo ha salvato. Ora, anche se questi dettagli sembrano essere stati presi direttamente dal Libro della Genesi, sono in realtà scritti nella storia di Utnapishtim, che si trova nell’epopea di Gilgamesh, 16 secoli prima della Bibbia.

Ci sono un certo numero di sorprendenti somiglianze tra il Libro dei Proverbi della Bibbia e le Istruzioni di Amenemope. Si ritiene che tutti i testi superstiti delle Istruzioni di Amenemope, furono composte durante la dodicesima dinastia (1990 a.C. al 1780 a.C.). Vi è stato un ampio dibattito su questo argomento, ma gli studiosi moderni concordano sul fatto che vi siano sufficienti prove convincenti a sostegno dell’originalità di questi Testi.

Nella Bibbia, i dieci comandamenti furono dati a Mosè sul monte Sinai e furono scritti su tavole di pietra, apparentemente per mano di Dio stesso. Si pensava che questo avvenisse intorno al 1490 aC Tuttavia, quando si esamina il capitolo 125 del Libro Egiziano dei Morti (circa 2600 aC), sembra che possa aver avuto un po ‘di ispirazione. Il libro egiziano dei morti legge i dieci comandamenti 3000 anni prima della prima bibbia. (Leggi qui l’Articolo)

Esiste un’interessante correlazione tra i Gathas di Zarathustra Yasna (i testi sacri degli zoroastriani) e il capitolo della Creazione e il Libro di Isaia nell’Antico Testamento. Ciò può essere attribuito in gran parte all’influenza che i mesopotamici hanno impresso sugli israeliti durante il periodo in cui gli israeliti vivevano a Babilonia. È interessante notare che il libro di Yasna pone domande a cui viene data risposta direttamente nel libro di Isaia. Ci sono molti esempi di influenze zoroastriane, ma questo è molto convincente.

L’idea di “Angeli” e “Demoni” non è originariamente biblica, bisogna dire che ci sono stati diversi modi in cui l’ebraismo e il cristianesimo sono stati influenzati dallo Zoroastrismo. Uno degli esempi principali è l’esistenza, la struttura e la gerarchia di angeli e demoni. Secondo gli studiosi, gli

zoroastriani furono i primi a credere negli angeli, l’idea di Satana e la battaglia in corso tra le forze del bene e del male. È interessante notare che l’arte di Zoroastro ritrae il profeta Zarathustra come circondato dallo stesso alone di luce in cui spesso vengono raffigurate figure cristiane.L’esistenza di un paradiso per il bene e un inferno per il cattivo è stato gia descritto molto prima della creazione della Bibbia, parlando di testi del Mitraismo persiano centinaia di anni prima.

Il Nuovo Testamento cita in Matteo l’esistenza di una Trinità composta dello Spirito Santo + Padre + Figlio, ma quello che pochi sanno è che di questa trinità ne hanno già parlato i testi egiziani (come a Menfi con Ptah/Sekhmet/Nefertum; o a Tebe con Amon/Mut/Khonsu) e quelli Sumeri (triade cosmica formata da An/Enlil/Enki, o la triade astrale formata da Nanna/Utu/Inanna; o ancora Ishtar/Baal/Tammuz;) migliaia di anni prima.

L’idea di “Messiah” o “Salvatore“, un semidio metà umano, metà divina, è venuto nel mondo per salvare l’uomo, ed è presente nelle prime religioni della storia, e il Nuovo Testamento è una raccolta di miti avatar come:

Hermes (200 anni A.C.)
Dionisio (500 anni A.C.)
Buddha (563 anni prima di JC)
Krishna (900 anni A.C.)

 

 

 

 

Mitra (600 anni A.C.)

 

 

 

 

Horus (3.000 anni A.C.)

 

 

Ercole (800 anni A.C.)
Tammuz (400 anni A.C.)

 

Adone (200 anni A.C.)

BIBBIA: Copiata e Riveduta

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTI GLI ARTICOLI CHE RIGUARDANO LA BIBBIA

FONTE:http://www.unsurcoenlasombra.com/la-biblia-es-un-plagio/

Translate »
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.