Crea sito

9′ Tavoletta [C] “Avvicinamento di Nibiru”

Sinossi della 9′ Tavoletta  del Libro Perduto di Enki
[C] “Avvicinamento di Nibiru”

Questo è ora il racconto delle tribolazioni della Terra prima del Diluvio.

Enlil era fortemente turbato dalle unioni degli Igigi con le figlie dei Terrestri.
Dal matrimonio di Marduk con una femmina Terrestre Enlil era profondamente turbato.
Ai suoi occhi la missione degli Anunnaki sulla Terra era degenerata.
Ai suoi occhi le masse di Terrestri che urlavano a gran voce erano diventate un anatema.
Le dichiarazioni dei Terrestri sono diventate opprimenti.
Le loro unioni mi tolgono il sonno! Così disse Enlil agli altri capi.
Ai tempi di Ziusudra, piaghe e pestilenze afflissero la Terra.
Dolori, vertigini, brividi, febbri colpivano i Terrestri.
Insegniamo ai Terrestri a curarsi, che imparino a curarsi da soli! Così disse Ninmah.
Lo proibisco per decreto! Così Enlil rispose alle sue suppliche.
Nelle terre dove si erano moltiplicati i Terrestri non sgorgavano acque dalle fonti.
La Terra chiuse il suo grembo, la vegetazione non germogliava.
Insegniamo ai Terrestri come costruire laghi e canali, che dai mari possano trarre pesci e cibo!
Così disse Enki agli altri capi.
Lo proibisco per decreto! Così disse Enlil a Enki. Che i Terrestri periscano per fame e pestilenze!
Per uno Shar i Terrestri mangiarono l’erba dei campi.
Per il secondo Shar, per il terzo Shar soffrirono per la vendetta di Enlil.
A Shurubak, città di Ziusudra, la sofferenza stava diventando insopportabile.
Ziusudra, portavoce dei Terrestri viaggiò fino a Eridu.
Ziusudra giunse fino alla casa del dio Enki, lo supplicò.
Lo supplicò di aiutarlo a salvare la sua gente; Enki era vincolato dai decreti di Enlil.
In quei giorni gli Anunnaki erano preoccupati per la propria sopravvivenza.
Anche le loro razioni si erano ridotte, essi stessi erano colpiti dai mutamenti sulla Terra.

Le stagioni, sulla Terra, come già su Lahmu, persero di regolarità.
Per uno Shar, per due Shar da Nibiru i circuiti celesti furono studiati.
Da Nibiru furono osservate anomalie nei destini dei pianeti.
Sul volto del Sole comparvero strane macchie scure, dal suo volto si sprigionavano fiammate.
Anche Kishar si comportava in modo strano, la sua schiera aveva perso equilibrio, confusi erano i suoi circuiti.
Il Bracciale Martellato era tirato e spinto da invisibili forze di attrazione della rete.
Per ragioni misteriose, il Sole disturbava la sua stessa famiglia.
I destini dei pianeti celesti vennero sopraffatti da fati ripugnanti!
Su Nibiru i saggi lanciarono l’allarme, nelle pubbliche piazze le folle si riunirono.
Il Creatore di Tutte le Cose sta facendo regredire i cieli ai giorni primordiali.
In collera è il Creatore di Tutte le Cose! Così urlava la gente!

Sulla Terra le tribolazioni aumentavano, fame e carestia si intensificarono.

Per tre Shar, per quattro Shar vennero tenuti sotto osservazione gli strumenti di fronte alla Terra Bianca.
Nergal ed Ereshkigal registrarono uno strano rombare fra le nevi della Terra Bianca.
La coltre di neve e ghiaccio che ricopre la Terra Bianca ha iniziato a scivolare! Così riferirono dalla cima dell’Abzu.

Nella Terra al di Là dei Mari, Ninurta installò nel suo rifugio i suoi strumenti di predizione.
Con gli strumenti tremiti e scossoni notò nelle viscere della Terra. Sta succedendo qualcosa di davvero strano!
Queste parole di allarme Enlil irradiò ad Anu su Nibiru.

Nel quinto Shar, nel sesto Shar i fenomeni si intensificarono.

Su Nibiru i saggi si misero in allarme, preavvisarono il re di imminenti calamità.
La prossima volta che Nibiru si avvicinerà al Sole, la Terra sarà esposta alla forza di attrazione di Nibiru.
Lahmu prenderà una stazione nei suoi circuiti sull’altro versante del Sole.
Dalla forza di attrazione di Nibiru la Terra, nei cieli, non avrà alcuna protezione.
Kishar e la sua schiera saranno agitati, anche Lahamu tremerà e sussulterà.
Nella grande Terra Inferiore la coltre di neve e ghiaccio della Terra Bianca sta perdendo la sua presa.
La prossima volta che Nibiru si avvicinerà alla Terra, la coltre di neve e ghiaccio scivolerà via dalla Terra Bianca.
Causerà una calamità di acqua: da un’enorme ondata, da un Diluvio, la Terra verrà sopraffatta!
Grande fu la costernazione su Nibiru, lo stesso fato di Nibiru era incerto.
Il re, i saggi, i consiglieri si preoccupavano molto sia della Terra, sia di Lahmu.

Il re e i consiglieri presero una decisione: che ci si prepari a evacuare la Terra e Lahmu!
Nell’ Abzu chiusero le miniere d’oro, da lì gli Anunnaki si raccolsero nell’Eden.
A Bad–Tibira cessarono la fusione e la raffinazione, tutto l’oro venne portato in alto, verso Nibiru.
Vuota, pronta all’evacuazione, una flotta di veloci Carri Celesti fece ritorno sulla Terra.
Su Nibiru furono osservati i segni celesti, sulla Terra vennero registrati dei tremori.

CONTINUA ==> Sinossi della 9′ Tavoletta  del Libro Perduto di Enki [D] “L’Emissario Galzu”

==> LIBRO PERDUTO DI ENKI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.